mercoledì 17 aprile 2013

Preparandomi per il Salone


L'anno scorso è stato molto importante per la mia formazione di lettore, perché sono andato per la prima volta in pellegrinaggio al Salone Internazionale del Libro a Torino. Ne parlai qua - e mi sovviene che non ho ancora risolto i problemi di formattazione!
Ci sono stati degli incontri.
Ho acquistato una decina di libri e, prima che me lo chiediate, ne ho letti la metà. Però due sono in cima in cima nella reading list. Quest'anno cercherò di contenermi.

Cos'è il Salone? Una immensa libreria, dove un numero esorbitante di editori espongono una scelta dei titoli da loro pubblicati.
Si paga per entrare? Sì.
Ci sono sconti? Dipende dall'editore.
Come scelgo cosa comprare? Esattamente come in libreria, con la differenza - nel caso di piccoli e medi editori - di poter interloquire con chi decide di stampare il libro.
Quando? Dal 16 al 20 maggio.
Trovate tutte le informazioni sul sito dell'evento.

Io ci andrò anche quest'anno. Stavo pensando a sabato, ma chi può dirlo? Sto valutando diverse opzioni. Più difficile (eufemismo) sarà assistere all'interessante presentazione che giustamente Max Citi promuove qui. Su questo blog non ho mai accennato ad ALIA, prima o poi lo farò.

Insomma, questo post serve anche per iniziare a discuterne. Se qualcuno pensa di esserci, potrebbe essere un buono scenario per un incontro, un caffè e uno scambio di amenità dal vivo. Contrariamente a quanto si creda, i blogger non mordono!

Ci vediamo in stazione!

35 commenti:

  1. Buon divertimento e salutami Max, anche se mi auguro di potermi liberare anche io in quei giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe davvero grandioso. Altro che caffè... caffè di spezia!

      Elimina
  2. Vivessi ancora a Pavia farei un salto al salone e ci prenderemmo un caffè insieme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Torino è servita bene dal Frecciarossa!

      Elimina
    2. Non ne dubito! :D ma a me, che vivo a Cagliari, il Frecciarossa aiuta poco.

      Elimina
    3. L'unità d'Italia ha distolto l'attenzione dalle infrastrutture nel Regno di Sardegna? Un peccato!

      Elimina
  3. Sarebbe una cosa interessante, se non fossi a due settimane dagli esami... Vedrò, non si sa mai. Grazie dell'informazione! Sembra veramente una bella cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, gli esami. Un pochino mi mancano.
      Segna la data sul calendario, nel caso...

      Elimina
    2. Magari ti faccio sapere, sarei curiosa di incontrare qualche blogger! :)

      Elimina
  4. Io vivo in provncia di Torino e potrei essere lì in mezz'ora-tre quarti d'ora se trovo tanto traffico. E ci sono andato già molte volte. Eppure, quest'anno non ne ho tanta voglia. Alla fine riesco sempre a trovare poca roba di mio interesse... Sarà perché in Italia la fantascienza nell'editoria è quasi scomparsa. Certo, a volte tra i piccoli editori qualcosa si trova, ma molte volte ho speso più per il biglietto d'ingresso che per gli acquisti.
    Preferisco servirmi su internet, e trovo anche spesso roba interessante nelle bancarelle dell'usato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che valga la pena proprio per incontrare i piccoli editori e le pubblicazioni che troveresti, altrimenti, solo on line. Secondo me, non venendo rischi di perdere qualche chicca!
      (Io per esempio ho pescato un George R. R. Martin precedente all'attuale periodo polpettone-fantasy, e alcuni racconti di Robert E. Howard mai tradotti in Italia.)

      Elimina
  5. Io sarò lì di sicuro al sabato, forse anche qualcosina di più. Vedremo ^_^

    RispondiElimina
  6. In realtà volevo solo farti sapere che sto leggendo "Cronache della galassia" e mi sta piacendo un sacco :D

    Ne approfitto per augurarti un Buon Salone - io ci ho provato varie volte (anni fa, magari adesso le cose sono diverse) ma proprio non sono riuscita a farmelo piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande!
      Ti andrebbe di dirmi cosa non ti è piaciuto? Anche se penso che non sia cambiato molto nel corso degli anni.

      Elimina
    2. Cosa non mi è piaciuto? Credo di essere io che non vado d'accordo con tutta quella confusione e con l'impressione di essere in una grande libreria commerciale.
      Ecco, magari è brutto da dire, ma mi ha dato la stessa sensazione di entrare, che so, dalla Feltrinelli o dalla Mondadori.
      In 3 anni non ho mai trovato quelle opportunità eclatanti, ho solo fatto incetta di cataloghi.
      Però questa è la mia sensazione personale: preferisco alla fine le fiere più raccolte, con i banchi di case editrici che pubblicano solo 3 titoli, magari, ma che non avrei avuto modo di conoscere altrimenti, oppure con banchi di librerie, anche famosissime, ma con un'esposizione "pensata".
      Poi capisco la necessità del salone, il bisogno di attirare più pubblico possibile.
      Però qui credo si esca dal seminato e non vorrei ammorbarti con un commento lunghissimo ;)
      E comunque vorrei ce ne fossero di più di saloni e fiere e esposizioni librarie: però per quello di Torino, passo.
      Una buona serata


      Elimina
    3. Capisco, capisco. Io credo valga la pena solo per incontrare i piccoli editori e - ma non riesco mai - gli eventi. Forse ti sarebbero piaciuti Tra le righe o il Milano Book Fair... o l'equivalente, a seconda di dove abiti. A Roma c'è stato il Più libri più liberi, a cui non sono andato ma dev'essere stato più che straordinario, da quanto mi hanno detto!

      Elimina
  7. Coraggio, ti aspetto! Non dico veberdì sera, un po' complicata per te, ma almeno sabato o domenica. Io, a quanto pare, sarò più o meno sempre lì ;-O

    RispondiElimina
  8. un caffè dai tutti insieme al sabato!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. E' molto probabile che partecipi anche io quest'anno! E' da tanto che voglio venire, si vedrà! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno una volta credo valga la pena! Nel caso decida di venire, batti un colpo.

      Elimina
  10. Credo che ci sarò anch'io, anche se, per me che odio viaggiare, Torino è quasi ai confini del mondo conosciuto! Non so ancora il giorno, però se non succedono imprevisti un salto in fiera lo faccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Torino è a un tiro di freccia (rossa)! :D

      Elimina
  11. Sto aspettando che esca il programma per decidere che giorno andare! (guardo le conferenze e gli autori e decido a chi fare stalking... l'anno scorso il prescelto è stato Mario Calabresi :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io in un giorno solo non ce la faccio. Se decidessi di stalkerare qualcuno, opterei probabilmente per la due giorni.

      Di solito quando esce il programma? Avevo sentito che dal Cile arriverà il buon Jodorowsky... mai letto i suoi libri, ma venero L'Incal!

      Elimina
    2. Il programma dovrebbe uscire il 26 aprile! (so di averlo letto da qualche parte, ma non mi ricordo dove :/)

      Io anche sto meditando di fare più di un giorno, ma dipende appunto dalle conferenze e dalle presentazioni che ci sono. Di libri in realtà al salone del libro non ne compro mai molti... ma l'ambiente mi fa impazzire :)

      Elimina
    3. Aspetterò il 26 a prenotare. Grazie!

      Elimina
    4. Mi correggo! Dovrebbe uscire il 24!

      Elimina
    5. Aspetterò due giorni in meno! ^^

      Elimina
  12. Come sai, io andrò sicuramente venerdì e probabilmente sabato, ma purtroppo non ne avrò conferma fino a poco tempo prima del Salone. In caso, direi che potrei unirmi anche io al caffè, se non vi scoccia :)

    RispondiElimina
  13. Quest'anno mi piacerebbe proprio esserci. Ma il treno come mezzo di locomozione proprio no...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti devo "restituire" un caffè alla prima occasione, treno o non treno!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...