sabato 22 dicembre 2012

Sulle festività, i meme e gli antichi Maya

Immagine di Easton Lambert
C'è una costante in periodo di festività, sul posto di lavoro (i fortunati ad averlo). L'atmosfera da venerdì prefestivo, inframezzata da saluti e auguri, e perfino brindisi e morsi di panettone o affini. Ecco, per il blog succederà qualcosa di simile. Demerito mio non essere riuscito a finire la recensione ancora pendente, chiuderò il 2012 con alcuni post più o meno d'obbligo che mi aiuteranno a superare queste amate/odiate festività.

Dato che siamo in tema, come avete festeggiato la fine del mondo? Io onorerò la mia dipartita rispondendo al meme Goodbye cruel world che mi ha girato Lady Simmons.
Che comporta, come da tradizione, un sacco di domande. Dato che lo scenario è l'apocalisse, il tempo stringe e anche io sarò piuttosto laconico.

1) Con chi trascorrereste il “lieto evento”?
Da solo.

2) Dove lo trascorrereste?
Qui. O là, a seconda dell'ora.

3) C’è qualcuno di cui vi vorreste vendicare per qualche torto subito?
Non penso che abbia importanza, al capolinea.

4) C’è una persona che vorreste rivedere prima dei titoli di coda?
Sì.

5) Avendo per assurdo la possibilità di scegliere, vi piacerebbe sopravvivere in un mondo post-apocalittico?
Sì. Morirei dopo tre secondi, ma mi piacerebbe provare.

6) Una soddisfazione, l’ultima, da togliervi in queste ore.
Non saprei decidermi.

7) In previsione di un ipotetico aldilà, vi aspetta il calduccio dell’inferno o la quiete del paradiso?
Non faccio previsioni a riguardo.

8) Un oggetto, uno soltanto da mettere in una capsula del tempo, e che verrà ritrovato da coloro che un giorno, ma migliaia di anni, ricostruiranno la civiltà.
Un mappamondo.

9) Un’ultima dichiarazione prima di salutarci.
Nulla di epico, nell'imbarazzo prenderei in prestito qualche citazione, o starei semplicemente zitto.


Ora potrei nominare qualcuno, ma mi accontento di ringraziare nuovamente Lady Simmons e quell'altra scalmanata che voleva coinvolgermi. Grazie per avermi pensato alla vigilia della fine. Se però passate di qui e sentite il bisogno irrefrenabile di rispondere a qualcuna di queste domande, non abbiate remore e consideratele vostre!

Immagine di Perszeusz
Pare, inoltre, che il mondo non sia finito. Eh, sì, finalmente questa grossa macchina da soldi si è fermata. Non so se sia servita a rinfocolare l'interesse per una civiltà annientata dalla cultura occidentale, o se tra qualche mese nessuno si ricorderà più di questi Maya. Io, perlomeno, ne so quanto prima, e così i milioni di persone che sono andati a vedere il film patacca di Roland Emmerich - che io non ho visto, per inciso. Posso anzi affermare che ha contribuito forse più Topolino che i vari speciali pseudo-divulgativi che si sono affollati negli ultimi anni. E quella splendida mostra sulle civiltà precolombiane...

Ma torniamo alla ragione del post. Gettonatissimo come non mai, sono stato insignito del tanto desiderato "premietto" I love your blog da parte del caro TOM. Ho tirato per le lunghe, ma è giunto il momento di rispondere alle tanto temute domande!

1) Qual è la tua rivista preferita?
Sono abbonato a LeScienze, ma attualmente sono in arretrato di qualche mesetto... È un eufemismo, non ho superato l'estate. Non sono proprio un tipo da rivista!

2) Qual è il tuo cantante preferito?
Mi piace molto il cantante dei Blind Guardian, che diventa il mio preferito per proprietà transitiva e con una motivazione affettiva/nostalgica.

3) Qual è il tuo prodotto make up preferito?
Non sono sicuro di cosa si possa considerare "make up". Dato che la Food & Drug Administration statunitense esclude esplicitamente il sapone, debbo ripiegare sulla crema idratante. Non ne faccio uso smodato, ma ogni tanto aiuta a non devastarmi le manine.
Il burro cacao vale?

4) Qual è il tuo film preferito?
Riciclo un altro vecchio post: Il ladro di Baghdad!

5) Qual è il/la tuo/a youtube-guru preferito/a?
Non riconosco nessun guru.
Però suggerisco The angry video game nerd.

6) Dove ti piace vivere? 
A casa. In futuro, in una futura casa. Sono un argonauta domestico, nonostante il tema del blog faccia pensare a tutt'altro!

7) Quante scarpe possiedi?
Sette, ma ne uso molte meno!

8) Qual è il tuo colore preferito?
Non sono sicuro di cosa rispondere, per cui passo. Questo, a titolo informativo, è il genere di domanda che mi mette in seria difficoltà... specialmente quando si tratta di colori!

9) Indica i tuoi tre cibi preferiti
Perché tre? Direi orecchiette e cime di rapa, cime di rapa e basta, pizza. Tre cibi più o meno a caso, che comunque apprezzo abbastanza - di secondi, abbiate pazienza, non me ne sono venuti in mente.

Con questo ho chiuso. Ringrazio nuovamente TOM e vi saluto.
Se sapete rispondere a queste domande meglio di me, siete naturalmente i benvenuti.

10 commenti:

  1. Ed ecco il super-meme-post!
    Risposte molto succinte, eh! Ma del resto quando la fine incombe...
    Te la sei cavata alla grande, direi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come tutti coloro che sono sopravvissuti.

      Elimina
  2. Oh, l'Apocalisse .___. una parte di me un po' ci sperava. Ho sempre sognato un mondo post-apocalittico ;___;
    ... comunque prenoto la biblioteca come rifugio ù_ù/

    RispondiElimina
  3. Il burro cacao non vale! Comunque sia, te la sei sfangata egregiamente. Buone feste!

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Devo imparare a tirarmi indietro. Almeno i prossimi tre post (escluso quello appena pubblicato) non conterranno meme!

      Elimina
  5. The andry video game nerd!! Che pomeriggi, tra video e volantini.

    Sul dilemma scarpe ci ho pensato a lungo: ne usi 6, quella spaiata in effetti è inutilizzabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, quasi dai!
      Bible games spacca su tutti.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...