domenica 22 dicembre 2013

Quattro consigli per il Natale alle porte

Non c'è blogger che si rispetti che non abbia pile di libri da consigliare per Natale. Le feste sono avide di idee, soprattutto quelle in cui il regalo è considerato un momento importante. Poiché Argonauta Xeno riconosce che siamo in un momento di crisi, e dal momento che ci siamo ridotti agli sgoccioli (mea culpa), qui sotto troverete perlopiù suggerimenti a costo zero.

Partiamo dai libri.
Il 2013 è stato per me l'anno dei 3Narratori. (L'avete letto tutti?) Di iniziative simili, autoprodotte e in un certo senso artigianali, ce ne sono molte e, fra queste, alcune molto valide. Meritano una segnalazione gli ebook di Mr. Giobblin di Minuetto Express. Hydropunk, uscito da poco, è una raccolta di storie ambientate in un secolo ventesimo (o giù di lì) semi-sommerso dalle acque, in balia di mostri marini e misteri. Il concept è forte. L'indice degli autori, che potete consultare sull'apposita pagina, parla da solo se avete dubbi sulla qualità del prodotto.
Download gratuito, ma è sempre possibile condividere se vi è piaciuto!

Un altro ebook gratuito, non certo una novità perché avreste potuto seguirla durante la pubblicazione, è la blog novel di Due Minuti a Mezzanotte - Nativity, seconda stagione della round robin a tema supereroistico ideata dal solito Alessandro Girola. La potete scaricare gratuitamente, leggere i commenti ai singoli capitoli e condividere. Nonostante tutto, consiglio la lettura di questo ebook anche a chi non avesse letto il primo: perderete qualche rimando, ma non rovinerà la lettura. Inoltre, ho avuto fin dall'inizio l'impressione che Nativity fosse scritta meglio, pur mantenendo le caratteristiche di una round robin senza massiccio lavoro di editing. Se queste cose invece vi mandano in panico, nello stesso sito c'è anche l'ebook del primo round.
(Comunque ci sono anch'io, in entrambe le stagioni!)

Stavo pensando che dovrei suggerirvi un libro natalizio. Il fatto è che uno lo starei leggendo, anche se non si può dire che mi stia convincendo. Si tratta di La bugia di Natale (Unholy Night, per gli anglofoni) di Seth Grahame-Smith, colui che ha "zombizzato la Austen". Non mi sta coinvolgendo particolarmente, perché l'idea sembrava divertente ma l'attuazione non lo è.
E non c'entra niente con Martin.

Il libro di Natale che voglio consigliare, invece, è uno dei miei preferiti in assoluto. Forse ho già citato Terry Pratchett. Se non l'ho fatto poco male, perché è uno scrittore piuttosto noto. Suo il ciclo del Mondo Disco, una serie di romanzi fantasy dove non si corre il rischio di prendersi troppo sul serio. Alcuni libri, tuttavia, non solo affrontano tematiche di un certo rilievo, con la leggerezza dello humour inglese ma non senza drammaticità, e lo fanno pure in profondità. Uno di questi è Hogfather, del 1996 ma mai tradotto nell'italico idioma.
Non è una buona ragione per ignorarlo, perché è un libro superlativo. Solo per citare (per la seconda volta) l'incipit:

Tutto comincia in qualche luogo, nonostante molti fisici non concordino. C'è il costante desiderio di scoprire dove - dove è il luogo dove tutto iniziò. Ma molto, molto tempo dopo fu creato il Mondo Disco. Scivolando nello spazio intersiderale... in cima a quattro elefanti che poggiano sul carapace di una tartaruga gigante, la grande A'Tuin. Fu qualche tempo dopo la sua creazione che la maggior parte delle persone dimenticò che le più antiche storie sul principio, presto o tardi, riguardano fatti di sangue. Questa, almeno, è una delle teorie. Il filosofo Didactylos suggerì un'ipotesi alternativa: "Le cose semplicemente accadono, che diavolo!"

"Have you been naughty or nice?"

La traduzione è del sottoscritto (credo) ed è tratta dalla versione ristretta dell'ottima miniserie realizzata da Sky. Con un minimo sforzo la si può recuperare, sottotitolata in italiano (non so se esista doppiata), ed è pur meglio di nulla! Hogfather parla proprio dell'inizio delle cose. Un misterioso committente si rivolge alla Gilda di Assassini per chiedere l'uccisione del loro equivalente di Babbo Natale, rischiando così che il giorno seguente, per tutti i popoli del Mondo Disco, il sole non sorga... perché non bisogna dimenticare che le leggende hanno radici profonde! Per scongiurare il pericolo, Morte prende il suo posto.
Non aspettate che lo traducano.


Per concludere, una segnalazione musicale. Niente metal, questa volta. Un compositore indipendente che si è da tempo guadagnato la mia ammirazione, Roger Subirana, ha da poco pubblicato il suo nuovo disco. Roger Subirana è un artista spagnolo, le cui realizzazioni sono acquistabili on line o scaricabili gratuitamente sulla piattaforma Jamendo. Le sue composizioni spaziano dalla musica sinfonica all'elettronica. La sua opera più famosa, che vi consiglio con veemenza, è Shedneryan e la trovate qui. Si tratta in realtà di un'unica opera, della durata di un'ora circa, la narrazione di un mondo fantastico e con melodie burtoniane che avvolgono l'ascoltatore nella loro magica atmosfera.
Ascoltatelo e non ve ne pentirete.

E con questo vi lascio, augurando a tutti buon Natale, felici Saturnali o qualunque cosa festeggiate!

8 commenti:

  1. E il Natale è approdato anche sui mari solcati dall'Argonauta. Molto bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh! Oh! Oh!
      Approda tutti gli anni, a dire il vero. Ma questa volta io non regalo nulla, purtroppo.

      Elimina
  2. Ottimi consigli, contando che io ci sono sia in Hydropuk che in 2MM... ;-)
    Il Moro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai spunti un po' dappertutto anche tu! ^^

      Elimina
  3. In attesa sotto l'albero per me c'è "Vita di Nietzsche" di Lou Andreas-Salomé. Lettura decisamente più da Saturnalia che da Natale. Buone feste, Marco :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...