mercoledì 10 settembre 2014

Tre case stregate

Una delle ragioni che hanno causato una riduzione del mio impegno sul blog è certamente il mio essere diventato recentemente un topolino di città, per di più autonomo. Inutile dire che la mia vita ha subito un brusco scossone, sia con punte di divertimento, curiosità e scoperta, sia con una maggiore stanchezza dovuta alle piccole incombenze quotidiane. C'è stato anche il momento in cui tra me e l'abitazione si è instaurato un legame di sangue - poco più di un taglietto, a dire il vero. Questo avvenimento, unitamente a uno spettacolo teatrale ispirato a tre racconti del buon Poe, mi ha suggerito questo post*.

Immagine realizzata da Barbara

Il primo posto se lo aggiudicano gli Usher, grazie a due ottime storie: Il crollo della dimora degli Usher (The fall of the house of Usher) di Edgar Allan Poe e un capitolo di Cronache Marziane di Ray Bradbury. Ho assistito a una lettura scenica del racconto di Poe, molto suggestiva e ottimamente musicata. La seconda è costruita come imitazione dell'originale, su Marte poiché i terrestri si dedicavano a bruciare libri di narrativa - tema caro a Bradbury. La casa degli Usher è antica, riccamente arredata, decadente, circondata da miasmi lacustri, impregnata di un odore dolciastro e percorsa dalle note delicate del proprietario. L'ultimo erede degli Usher è a sua volta contaminato, poiché la casa e i suoi dintorni, tutto il peso della decadenza e del marciume, fino a condurlo verso una tragica conseguenza.

La seconda casa, procedendo in ordine cronologico, è l'unica che può veramente dirsi stregata: I sogni nella casa della strega (The Dreams in the whitch house) di Howard Phillips Lovecraft. La casa è situata nell'immaginaria città di Arkham, nel New England. Vi soggiorna uno studente, forse di matematica, che inizia ad avere strani sogni, in cui compare una vecchia megera che un tempo aveva abitato lo stesso appartamento. Il racconto si inserisce nella mitologia lovecraftiana dei Grandi Antichi. La strega, in grado di viaggiare fra le dimensioni e di bucare il velo tra il mondo della veglia e quello del sogno, trascina il giovane in luoghi estranei e, poco per volta, rivela gli atroci misfatti nascosti nella casa stessa.

All'ultimo esempio penso ogni volta che mi capita un piccolo incidente domestico: La casa impazzita (Mad House) di Richard Matheson. Il protagonista, un professore con un carattere pronto all'ira, ha tutta una serie di incidenti che lo portano immancabilmente a inveire contro gli oggetti e le parti della sua abitazione. Questa, poco a poco, si risveglia e inizia a reagire alle esplosioni di rabbia. L'uomo se ne rende conto, ma non ascolta l'avvertimento di un suo collega e si ritrova chiuso, da solo, in una casa sempre più minacciosa.

Conoscete questi (consigliatissimi) racconti? Una volta ho iniziato un racconto su una casa stregata, rimasto per ora a metà. Qualcuno ne ha incontrate altre, magari anche dal vivo?

______
*
Lo so che solo una di questa case si può definire stregata. Per le restanti, cerchiamo di essere elastici...

21 commenti:

  1. Buongiorno Salomon!
    Non conosco i racconti, ma... per caso sei andato a vivere da solo? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sono sopravvissuto (finora)! ^^

      Elimina
    2. Ohhh, che bello! *_*
      Beato te!

      In bocca al lupo per la nuova avventura!

      Elimina
  2. Ti consiglio anche un romanzo di Paul McCammon intitolato La Maledizione degli Usher ispirato proprio al racconto di Poe. Protagonisti gli eredi degli Usher moderni.
    In Italia lo ha pubblicato la Gargoyle, penso che ti possa piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione. Al Salone del Libro non ho mai le idee chiare, quando mi trovo allo stand Gargoyle.
      Alla ricerca di tutte le apparizioni degli Usher in letteratura...

      Elimina
  3. Letti tutti e tre. :-)
    Racconti bellissimi.
    Sempre sul tema della casa stregata, Matheson ci è ritornato con il romanzo La Casa D' inferno.
    Libro che ricorda abbastanza le tematiche della Casa Degli Invasati di Shirley Jackson.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matheson l'ho scoperto recentemente grazie a una selezione di racconti e mi è piaciuto moltissimo, per come gestisce la tensione. Credo che in futuro tornerò sui suoi scritti. Con le case mi sembra che ci sappia fare. Anche il racconto con la bambola assassina aveva un'ambientazione domestica riuscitissima.

      Elimina
  4. Quello di Matheson mi manca. Devo dire che mi attira parecchio....

    RispondiElimina
  5. Letti tutti. Naturalmente credo che sarebbe inutile suggerirti "Shining" di King (più di una casa, un albergo intero!), probabilmente lo avrai già letto. Di recente ho letto anche il libro-inchiesta da cui è stato tratto il film "Amityville", non mi aspettavo molto, invece è ben scritto. Io sono affascinato dalle case stregate, come avrai capito, tanto che mi sono permesso di crearne una mia (in realtà è una villa, ma ispirata ai classici del genere) nel mio secondo romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hotel di Shining è sicuramente uno degli esempi più iconici, anche se forse un albergo crea un'atmosfera diversa. Ma è anche difficile affiancare la grandiosa dimora degli Usher alla villetta a schiera descritta da Matheson.

      Elimina
  6. i primi due sono d'accordo, il terzo non l'ho letto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un raccontino veloce e molto ben studiato. Se ti piace Matheson, recuperalo.

      Elimina
  7. Conosco le prime due ma non l'ultima. Ma vedo che sono in buona compagnia. Altre case stregate non ne ho in mente, anche se dovrebbe essere un tema diffuso. Forse la casa del libro per ragazzi Marianne Dreams che proprio stregata non è ma ha il suo bel fascino inquietante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sbirciato, senza dubbio lo è. Calando di età, ci sono poi quelle bellissime illustrazioni per bambini e ragazzi, e credo che il fascino che provo per queste abitazioni nasca un po' anche da lì - piuttosto che dai Piccoli Brividi, che invece ricordo più per i mostriciattoli che per le costruzioni.

      Elimina
  8. Adoro questo genere Salomon, ho letto parecchie cose , come ad esempio "I sogni della casa stregata" .che trovo avvincente!
    Penso di avere una particolare sensorialità, e mi è accaduto di sentire qualche casa strana o almeno diciamo più correttamente, qualcosa di strano in una casa.
    Fantasia o immaginazione? Non so..
    Per ora con estremo interesse mi unisco ai tuoi followers sperando in un tuo gradito ricambio!
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è capitato a Bratislava, dall'esterno, e ne stavo scrivendo il racconto a cui mi riferivo. ^^

      Elimina
    2. Ti aspetto Salomon con infinito piacere!
      http://rockmusicspace.blogspot.it/

      Elimina
  9. Ho letto solo "Il crollo della dimora degli Usher" di Edgar Allan Poe, ma mi piacciono le case stregate!

    Il racconto a metà è quello su "The incipit"? In fondo la casa un po' stregata lo era fin dall'inizio...

    Eh, la dura vita del topolino autonomo di città... ne so qualcosa anch'io!
    Sono certa che te la stai cavando alla grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'incoraggiamento. Il racconto, in effetti, è proprio quello.
      Dai, prima o poi lo finirò... ^^'

      Elimina
    2. Su, su, diciamo meglio "prima" che "poi": i tuoi lettori aspettano un finale!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...